DeiSign

Tutto è cominciato il 30 settembre 2005 quando l’Icsid, International Council of Societies of Industrial Design, ha conferito alla città di Torino la nomina a prima World Design Capital, riconoscendo alla città di Torino ed al territorio piemontese un ruolo cruciale a livello internazionale.  Dal 1 gennaio 2008, quindi, Torino è entrata ufficialmente nell'Anno Mondiale del Design e lo è stata per un anno intero, con oltre 200 eventi a calendario distribuiti non solo a Torino, ma su tutto il territorio piemontese.

In questa occasione anche Cuneo e la sua Diocesi hanno fatto la loro parte con il primo Concorso internazionale di Arte Sacra, per rivedere, ripensare e riprogettare l’oggettistica sacra, ideato dalla giovane Fondazione San Michele Onlus e dall'associazione culturale Areté.
Il design coniuga estetica e funzionalità e negli oggetti liturgici è anche veicolo del “sacro”. Ripensare agli oggetti del culto è una sfida che travalica gli abituali confini del design industriale, in un confronto con la spiritualità e nella rivisitazione di canoni estetici plurisecolari. In questa prima edizione il bando tratterà del calice e degli oggetti per la celebrazione liturgica.

DeiSign è il titolo del progetto culturale nel suo insieme
, rivolto soprattutto alla valorizzazione e promozione di tutte le espressioni spirituali, culturali, storiche ed emozionali dell’arte sacra, principalmente attraverso il museo diocesano e gli itinerari turistico religiosi della rete archivistica, bibliotecaria e museale. Un attento sguardo al passato dialoga con il futuro e con le altre culture attraverso il presente, coinvolgendo le espressioni contemporanee.

I concorsi sono stati strutturati prevedendo una categoria “professionisti” e una categoria “scuole”. Nell'ultima edizione è stata prevista anche una categoria ad “inviti”.

Il primo concorso nel 2008, strutturato dalla Diocesi di Cuneo sotto lo stretto controllo e l’approvazione dell’Ordine degli Architetti di Cuneo è stato dedicato al Calice e agli Oggetti Liturgici per la Celebrazione Eucaristia.

Nell'edizione di DeiSign 2010 l’intento è stato quello di offrire al design contemporaneo l’opportunità di misurarsi con la spiritualità, la ritualità, la rivisitazione di canoni estetici che hanno alle spalle una tradizione plurisecolare, con radici profonde nella nostra società. Il tema di questa edizione era “ALZERO’ IL CALICE DELLA SALVEZZA: il calice e la patena per la celebrazione ordinaria e per la concelebrazione.

Il tema su cui si sono confrontati i concorrenti nell'anno 2012 (circa 200 iscritti provenienti da tutta Europa) è stato L’OSTENSORIO PER L’ADORAZIONE EUCARISTICA “Mostraci Signore la tua misericordia”.

A tutte le edizioni del concorso DeiSign (monteprimi totale di circa 20mila euro) sono seguiti importanti convegni con ospiti presitgiosi con le premiazioni dei vincitori. I successi riscossi dai concorsi e dai convegni confermano che Deisign si sta muovendo sulla strada giusta nel tentativo di “alimentare la ricerca” in un settore tanto difficile quanto importante e di avvicinare il mondo degli architetti designer e studenti a quello ecclesiale su un tema di interesse comune attraverso un processo di catechesi attraverso l’arte.

L'appuntamento è per l'edizione del 2016. Entro l'estate sul sito www.arte.diocesicuneo.it verrà pubblicato il nuovo bando.

L'edizione di DeiSign 2012  è stata vinta dal Capogruppo: Designer Alessandro Canepa  Consulente liturgico: Don Alessandro Gandini di Milano.

L'edizione di DeiSign 2010 è stata vinta dal Gruppo formato dall’arch. Michelangelo Scarpetti (capogruppo), dall’arch. Duccio Scarpetti e dal dott. Alessandro Carta (consulente liturgico) di Pontedera (PISA).

La prima edizione di DeiSign 2008 è stata  vinta dal gruppo della Studio Studio AMeBE (Alessandra Mantovani e Eleonora Barbareschi).