Itinerari del Sacro

Itinerari del sacro è un’iniziativa nata nel 2008 dalla collaborazione delle cinque diocesi della Provincia di Cuneo, coordinate dalla Fondazione San Michele. Questa proposta è la continuazione di un sistema che si sta strutturando ed è attivo ormai da dieci anni (2008-2017), nato con la finalità di programmare, coordinare e realizzare iniziative nel campo dei Beni Culturali Ecclesiastici.

Proprio per festeggiare e sottolineare il traguardo del decennale, per l’edizione 2017 si è scelto di ritornare ad unire il territorio con il pubblico torinese, proponendo una serie di itinerari con data prestabilita, arricchendo ogni anno le proposte con nuove collaborazioni e nuove aree tematiche. A partire dal 2014, considerata la situazione di crisi che grava sull’intero tessuto sociale e particolarmente sul target coperto da itinerari del Sacro e valutato la stato problematico in cui versa il settore turistico-culturale, si è scelto di modificare la formula al fine de rendere l’offerta ugualmente appetibile e l’attività maggiormente sostenibile sul piano economico. A differenza delle edizioni passate, gli utenti non usufruiscono più di trasporti dedicati con partenza da Torino, ma raggiungono le destinazioni con mezzi propri: in questo modo, pur mantenendo una copertura regionale, si viene fattivamente incontro alla richiesta di promozione del territorio avanzata dagli abitanti delle vallate e delle zone periferiche e si offre l’opportunità ai turisti locali di approfondire la conoscenza del territorio. 

Edizione 2017

Nel 2017 ricorre il 10 anniversario dall’inizio di ITINERARI DEL SACRO e si è quindi deciso di ritornare alla formula primitiva, insistentemente richiesta dal pubblico torinese. La differente condizione economica generale ha comportato una riduzione quantitativa delle proposte, ma la qualità e l’unicità degli itinerari offerti sopperiscono a questa variazione. . Le proposte si articolano su più diocesi, collegando luoghi e occasioni in maniera trasversale. Permane la formula dell’accompagnamento in loco da parte di una guida specializzata, affiancata nelle località interessate dall’iniziativa “Chiese aperte” dai membri dell’Associazione “Volontari per l’Arte” o di altre associazioni ad essa afferenti. In diversi casi gli itinerari sono il fattivo completamento del cospicuo programma di formazione sostenuto dai volontari che in queste occasione mettono in atto le conoscenze apprese circa la gestione dei gruppi, la comunicazione con i diversi pubblici, l’evoluzione storico artistica del territorio.

Itinerari 

Il progetto prevede la realizzazione di 3 itinerari di visita sul territorio delle cinque diocesi della Provincia con data prestabilita, con partenza in pullman da Torino, ritrovo e percorso programmati e adeguatamente pubblicizzati sull’intero territorio regionale ed extraregionale. Gli itinerari si svolgono con la consueta formula a data fissa con programma e orario prestabilito; è necessario effettuare la prenotazione secondo le modalità indicate sul volantino informativo e versare la quota di adesione. L’approccio è sempre quello del turista che si accosta al patrimonio di arte sacra in modo laico, ma consapevole della ricchezza di significati che solo la mediazione di chi ne conosce a fondo la storia può trasmettere appieno. Gli itinerari sono a pagamento (15€ a persona): la quota comprende trasporto, accompagnamento, assicurazione, servizio di guida turistica, ingressi. Come di consueto sarà possibile accedere agli itinerari con mezzi propri ad un costo naturalmente ridotto.

Tematiche 

Per ognuna delle edizioni passate sono state scelte alcune tematiche come motivo conduttore delle giornate di visita:

• Testimoni locali• Presentazione dei tesori dell’inventariazione dei beni artistici ecclesiastici• Santuari: luoghi di devozione e arte• Il viaggio di Pio VII prigioniero di Napoleone• La diffusione dell’iconografia sindonica nella provincia cuneese• I luoghi dei restauri per conoscere e valorizzare• I protagonisti: artisti e committenti• I 1700 anni dell’editto di Costantino• I restauri• La Misericordia

Per l’edizione del decennale sono state individuate 3 linee guida:

1 | LA RIFORMA

2 | I GRANDI RESTAURI

3 | I CORI LIGNEI